Copertina 2 Copertina 3

Governatela Voi...

Io sarò qui se ci sarete anche voi, sarò qui con il mio entusiasmo se sentirò la forza di chi vuole partecipare, sarò qui se riuscirete ad assumere un impegno, se sarete convinti che tramutare i sogni individuali in progetti comuni significhi scrivere uno dei frammenti più gratificanti della storia della propria vita.Qui per costruire una comunità che non si spende per una competizione elettorale, che non è qui per trovare una soluzione per vincere, non per raccogliere consenso, per sommare voti di esperienze passate o di esperienze diverse o per affidare alle alleanze la credibilità e la qualità di questo progetto.
Se voi ci sarete, chiederemo di essere scelti, presenteremo i nostri  progetti e ognuno potrà decidere a quali persone e a quali competenze affidare la responsabilità di una amministrazione, valutando la migliore proposta culturale e politica per la città.
E allora abbiamo pensato che fosse necessario immaginare due percorsi, due iniziative indipendenti e parallele.
Una culturale nata dalle competenze di Raffaele, che sia analisi e approfondimento, che indichi gli obiettivi, riflessioni che non si affidino alle soluzioni più semplici, ma che provino ad immaginare le soluzioni più giuste, perché conoscere deve essere sopratutto mezzo per crescere.
E una politica, per trasformare il pensiero in azione, sperimentazione, comprensione, soluzione.
ImmaginArcore proverà ad esplorare un modello diverso di politica, ognuno potrà entrare in immaginarcore per un progetto e lasciarci ad obiettivo raggiunto, potrà essere riferimento per quei cittadini che non si accontentano di soffermarsi a segnalare un disagio.
Quindi i cittadini come soggetto proponente e la politica e le istituzioni come strumento, la partecipazione non può essere solo una condivisione di informazioni o l’avvallo di intenti, deve essere una condivisione di impegno, anche piccolo e limitato nelle dimensioni e nel tempo.
Siamo interessati alle vostre competenze crediamo sia possibile metterle a disposizione della comunità, siamo interessati ai vostri desideri e ai vostri interessi, ognuno di noi può condividerli e definire le priorità, decidere in quali settori investire, che servizi realizzare.
Riteniamo che la nostra comunità rappresenti un’efficace ed entusiasmante opportunità per migliorare la qualità della nostra vita, la politica ha il compito di riunire le specificità del singolo e concatenarle al motore di un collettivo.

In questi giorni ho letto una frase molto bella che dice : 
“Defendamos l’alegria como un principio”
Mi auguro che questo sia il principio e il titolo di una storia scritta sopratutto per realizzare quello che ritengo un primo e fondamentale obiettivo, costruire la prossima classe dirigente, quella che verrà dopo di noi, questo sarà il primo passo per immaginare un’Arcore diversa.

Argomenti

Affari Istituzionali

Affari Istituzionali

Ambiente

Ambiente

Associazioni

Associazioni

Bilancio

Bilancio

The Budgets

Commercio

Cultura

Cultura

Diversamente abili

Diversamente Abili

Informatizzazione

Informatizzazione

Informazione

Informazione

Giovani

Giovani

Lavoro e Artigianato

Lavoro e Artigianato

Lavori Pubblici

Lavori Pubblici

Politiche Energetiche

Politiche Energetiche

Politiche Sociali

Politiche Sociali

Scuola

Scuola

Sicurezza

Sicurezza

Sport e Tempo Libero

Sport e Tempo Libero

Urbanistica

Urbanistica

Traffico e Viabilità

Traffico e Viabilità

Villa Borromeo D’Adda

Villa Borromeo D’Adda

Website

The Blog

The Blog

The Events

The Events

The Councils

The Councils

The Budgets

The Budgets

Wishful Thinking

Wishful Thinking

City Planning

City Planning

On Facebook

On Facebook

On Twitter

On Twitter

On Flickr

On Flickr

On youtube

On Youtube

La Villa, fondata dalla famiglia milanese D’Adda, dopo le trasformazioni compiute nel corso del XIX secolo da Giovanni D’Adda ed Emanuele D’Adda, passò ai Borromeo. Si tratta, di un complesso formato da due ville, una risalente a metà seicento e l’altra , la Montagnola, fondata dall’Abate Ferdinando D’Adda tra il 1750 e il 1760.
Durante il XX secolo il complesso è stato in parte restaurato e adibito a sede del comune di Arcore.

Villa Borrome D’Adda

I'm

Carlo Zucchi

Si comincia da qui …
“Prendendo atto dei limiti della politica e dei politici pro tempore, non arrendendosi ad una situazione che sembra senza via d’uscita, confidando nelle azioni che nascono da fondamenta morali e da azioni etico-costituzionali, provando ad essere politici nuovi in possesso delle tre qualità sommamente decisive, passione, senso di responsabilità, lungimiranza”
Max Weber un secolo fa giá sperava in politici di tempra nuova tali da poter reggere anche il crollo di tutte le speranze,
capaci di rispondere , “non importa continuiamo a un mondo troppo stupido e volgare”

Il primo luogo di culto a sorgere ad Arcore fu la Ecclesia Sancti Eustorgi in loco Archuri .

Arcore Parrocchia di S’ Eustorgio

Contacts

Send me a message. I answer you as soon as possible.


* campi obbligatori

Sull’origine di Arcore non esiste documentazione certa: dall’etimologia si può dedurre un’origine romana, probabilmente con contaminazioni celtiche.
L’etimologia del nome Arcore è infatti controversa: alcuni lo ricollegano al dio Ercole, per il cui culto qui forse sorgeva un tempio in suo onore, altri lo associano ad un arco eretto dai romani.
I documenti più antichi finora ritrovati risalgono al secolo IX e sono relativi a donazioni alle chiese locali da parte di abitanti di “vico Arcole” o “loco Arculi .

Via Umberto 1