Verbale Consiglio Comunale 30 gennaio 2019
IMG_7431

Verbale Consiglio Comunale 30 gennaio 2019

COMUNE DI ARCORE

VICEPRESIDENTE

 Facciamo l’appello. Iniziamo? Alle ore 21 e 12 inizia il Consiglio Comunale. Facciamo l’appello.

 Assenti giustificati in ordine di comunicazione: Cazzaniga Attilio Luciano, Perego Enrico, Puglisi Cristiano e Bertani Claudio.

 Più Sgura Simone, che devo sostituirlo io. (Dall’aula si interviene fuori campo voce) Va beh, possiamo iniziare.

Come primo O.d.G. avevamo una mozione del Consigliere Puglisi, che è assente, che ritira la mozione.  Ha ritirato la mozione, che riguardava il sostegno, mozione di sostegno al percorso dell’autonomia lombarda, ai sensi dell’art. 116 3° comma della Costituzione.

Ha scritto che ritira la mozione.

COMUNE DI ARCORE

PUNTO N. 2 O.d.G. – CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2019

APPROVAZIONE VERBALI DI SEDUTA DEL 21 DICEMBRE 2018

VICEPRESIDENTE

Secondo punto, Approvazione verbale della seduta del 21 dicembre 2018

Favorevoli? Astenuti? … Zucchi. Contrari? Nessuno. 2 astenuti, anche Cheikh che non c’era, era assente.

Una comunicazione di integrazione delle deleghe all’Assessore Mollica Bisci.

Ai sensi dell’art. 40, comma 2, del vigente Statuto Comunale, il Sindaco, con la presente provvedo a darvi comunicazione ufficiale che ho provveduto, con decreto n. 1 del 21 gennaio 2019, all’integrazione delle deleghe all’Assessore Mollica Bisci Roberto, attribuendo allo stesso, oltre alle deleghe già in suo carico, quella in materia di PGT.”

 Nel contempo è entrato l’Assessore Perego Fausto.

  Un’altra comunicazione, si richiede per cortesia il punto 8 di passarlo subito, di analizzarlo subito, in modo che il Funzionario poi se ne possa. Dobbiamo portarlo a votazione però. Siete d’accordo?

Favorevoli? Tutti.

COMUNE DI ARCORE

PUNTO N. 8 O.d.G. – CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2019

PROPOSTA DI RIGENERAZIONE, RIQUALIFICAZIONE, AMMODERNAMENTO E SUCCESSIVA GESTIONE, PER IL PERIODO DI 15 ANNI, DEL CAMPO SPORTIVO COMUNALE DI VIA MONTEROSA, AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DALL’ART. 15, COMMA 6, DEL D.L. 185/2015, CONVERTITO CON MODIFICAZIONI IN LEGGE N. 9/2016.  – VALUTAZIONE DEL PUBBLICO INTERESSE DELLA PROPOSTA PERVENUTA

VICEPRESIDENTE

Passiamo al punto 8, che dice: Proposta di rigenerazione, riqualificazione ed ammodernamento e successiva gestione, per il periodo di 15 anni, del campo sportivo comunale di Via Monterosa, ai sensi di quanto previsto dall’art. 15 comma 6 del D.L. 185/2015, convertito con modificazioni in legge n. 9/2016. Valutazione pubblico interesse della proposta pervenuta.

A presentarlo l’Assessore Mollica Bisci. Prego Assessore.

ASSESSORE MOLLICA BISCI ROBERTO

Grazie Presidente. Buonasera a tutti.

        Questa sera portiamo in Consiglio Comunale la valutazione del pubblico interesse di una proposta che è pervenuta all’Amministrazione Comunale un po’ di tempo fa a dire il vero, per la rigenerazione e la riqualificazione del campo sportivo comunale di Via Monterosa, che è già oggetto di una convenzione con la società sportiva Casati.

        Devo dire che questa proposta è stata seguita sia da me che dal Vicesindaco Assessore al Bilancio, Valentina Del Campo, come Assessorato. Io all’epoca ero ancora Assessore allo Sport e devo dire che stasera sono particolarmente contento che sia arrivata in Consiglio Comunale questa proposta, dopo una lunga gestione, questo senza dubbio.

Faccio una premessa, poi entro magari nel merito e lascerò la parola all’Architetto Parolini che ha seguito il procedimento e che lo seguirà anche dopo, spiegando … la procedura per la gara e …

        Faccio questa premessa da ex Assessore allo Sport. In due anni qui ho ricoperto questo incarico, devo dire che mi sono reso conto nei vari incontri che ci sono stati della grande carenza di strutture comunali sportive che ormai … Devo dire che fin dall’inizio, quando iniziai a seguire l’Assessorato allo Sport, mi fu presentata la situazione del campo Casati, di proprietà comunale, soprattutto la questione del campo di allenamento, che è quello attualmente sterrato e delle condizioni in cui i ragazzi dovevano allenarsi.

        Soprattutto mi era stata fatta presente anche l’esigenza, sia da parte degli allenatori della società, anche dei genitori e dei ragazzi che praticano attività sportiva di come fosse assolutamente indispensabile ammodernare un impianto che è veramente datato.

        L’Amministrazione ha preso a cuore questa proposta, ci sono stati sicuramente molti approfondimenti tecnici da fare, la procedura da seguire, il fatto che bisognerà fare una gara pubblica con la Centrale Unica di Committenza è stata una procedura che ha subìto anche diciamo dei cambi in corso d’opera, soprattutto per la proposta che oggi andiamo ad approvare ed ad parlare in Consiglio Comunale nell’inizio dell’iter.

        Devo dire però che l’impegno e la dedizione che la società che ha proposto questo intervento di riqualificazione, è sicuramente stata molto collaborativa nei confronti dell’Amministrazione. Un esempio posso dire di collaborazione tra una società che opera nel settore dello sport ed ha sicuramente una valenza sociale e l’Amministrazione Comunale, per portare a compimento un obiettivo di cui si parlava da tanti anni.

Chiusa questa parentesi volevo un attimo illustrare l’intervento che verrà fatto. Ci sarà la trasformazione del campo di calcio, attualmente quello sterrato di allenamento, con erba sintetica, il totale delle opere di euro 145.000,00. Poi ci sarà la formazione di nuovi spogliatoi per un importo di lavori di 100.000 Euro. Il totale dell’importo dei lavori sarà di 445.000,00 compresi gli oneri per la sicurezza.

Del piano di fattibilità economica dò alcuni dati. La proposta prevede lo schema di convenzione, dove oltre … investimento dei lavori che vengono fatti lo schema di convenzione prevede una durata di 15 anni per il gestore, che dovrà aprire e chiudere, vigilare l’impianto durante l’attività sportiva. Prevede anche la gestione e la manutenzione ordinaria e straordinaria dell’impianto, compresa pulizia e conduzione degli impianti.

        Il gestore inoltre garantisce lo svolgimento dell’attività sportiva da parte di associazioni sportive locali minori, enti ed associazioni varie autorizzate dal Comune di Arcore, secondo il programma e il calendario che verrà proposto all’Assessorato allo Sport. Indicativamente poi il Comune si riserva di assegnare alle altre associazioni locali minori, che non è l’associazione che si occuperà della gestione dell’impianto, per tre ore settimanali per allenamenti, utilizzo dei campi, e circa 15 partite annuali.

        Il contributo da parte dell’Amministrazione Comunale nel Piano economico rimane invariato rispetto a quello che oggi già l’Amministrazione mette a disposizione per la gestione del campo, che sono 60.000 Euro.

        All’interno del Piano economico… (interruzione registrazione) … la stima dei ricavi nella gestione di 205.600 Euro, con una differenza rispetto all’attuale gestione di …

        La convenzione appunto ha la durata di 15 anni.

        Direi che per il momento mi fermo qui, poi nel caso… (Dall’aula si interviene fuori campo voce) Sì. Ho detto, il Segretario giustamente mi ricorda che esiste un parere favorevole del Collegio dei Revisori del Comune, per la fattibilità dell’operazione.

Passo la parola magari all’Architetto Parolini che illustra meglio la procedura.

ARCHITETTO PAROLINI ROBERTO

Buonasera a tutti.

        Volevo aggiungere solo qualcosa a quello che ha già detto l’Assessore Mollica Bisci.

        Ricordo che all’inizio ha parlato di aspetti sociali che svolge la Casati Arcore, ecco il motivo per il quale ha potuto a livello normativo presentare una proposta di questo genere.

        La norma che è citata nel titolo dell’operazione, che è il Decreto Legge 185 del 2015, al comma 6 recita proprio questa cosa qui, le associazioni sportive senza fini di lucro che fanno aggregazione sociale giovanile possono presentare alle Amministrazioni Comunali un progetto di rigenerazione, riqualificazione ed ammodernamento dei campi esistenti, sui quali … gestione, per apportare dei miglioramenti, a fronte di una gestione di almeno cinque anni.

        Almeno cinque anni perché? Perché lo spirito della legge è quello di trasformare, modificare e mettere questi campi in condizioni più ottimali; quindi un intervento di 30, di 50.000 Euro non ha senso, cinque anni perché l’ammortamento nei cinque anni ti porta ad un valore come questo, che ha ricordato l’Assessore, di 445.000 Euro come base di appalto, ma la società sportiva ne dovrà sborsare 630, perché ci sono gli oneri di progettazione, c’è l’Iva, ci sono i costi della direzione lavori, del collaudo, della validazione.

        È un’operazione da 630.000 Euro.

        Il Piano economico finanziario che hanno presentato, che è stato anche asseverato da un organo preposto a questo, prevede appunto 15 anni, nei quali ammortizzeranno l’opera.

        L’impianto sportivo naturalmente non è nemmeno da ricordare, ma lo ricordo lo stesso, deve essere realizzato secondo le norme della Lega Nazionale Dilettanti, quindi subirà poi un collaudo a metà percorso ed un collaudo a fine opera, altrimenti non si potrebbero svolgere le partite dei campionati federali della LND.

        Gli spogliatoi, anche questi sono realizzati a norma, la vecchia ASL che oggi è ATS, e del CONI, e norma LND.

        Questo rinnovamento, questa rigenerazione che farà la società proponente, sarà oggetto di manutenzione ordinaria e straordinaria per 15 anni. Tra 15 anni dovrà essere restituito all’Amministrazione in condizioni ottimali.

        È chiamato proponente, perché? Come ha ricordato l’Assessore una volta che stasera il Consiglio Comunale esprimerà la validità della proposta, quindi dichiara il pubblico interesse dell’operazione, deve andare alla CUC, Centrale di Committenza Monza e Brianza, e deve essere espletata una gara d’appalto europea. Voglio dire, è aperta a tutte le società sportive che non hanno fini di lucro, che fanno aggregazione giovanile e che hanno un certo numero di squadre, nella sua compagine.

        Non mi viene in mente altro. Ecco, aggiungo solo un’ultima cosa, questa tipologia, questa operazione fa comunque parte del partenariato pubblico/privato, quindi è una concessione di costruzione e gestione dove tutti i rischi sono trasferiti all’operatore, rischi di costruzione, rischi di domanda e rischi di disponibilità.

Se avete qualche domanda…

 VICEPRESIDENTE

  Grazie Architetto Parolini.

        Sono aperti gli interventi. Prego, Andrea Orrico.

CONSIGLIERE ORRICO ANDREA

        Sicuramente l’opera è di pubblico interesse… L’unica mia curiosità, perché non sono stato presente in Commissione purtroppo per impegni lavorativi, è riuscire a capire, perché mi è sfuggito un po’, chi è l’operatore? E’ la Casati che se ne occupa direttamente, o ci sarà l’operatore che si è proposto…

ARCHITETTO PAROLINI ROBERTO

        La Casati dovrà ricercare un operatore sul mercato che ha la categoria ed è iscritto alla SOA quindi deve avere un OS6 per poter realizzare questo tipo di opera.

        Tra l’altro siamo in un ambito molto specifico e particolare, nel senso che, l’ho detto prima ed è l’unico caso, la LND già prima di iniziare i lavori fa dei pre-collaudi e solo alcune società, alcune ma in Italia ce ne sono una quarantina, possono realizzare campi in erba artificiale.

        Voglio dire, non lo può realizzare chiunque, devono essere iscritte anche alla Lega Nazionale Dilettanti. Devono utilizzare addirittura a partire dalla mista di sottofondo, deve essere certificata e deve provenire da alcune cave particolari. L’erba sintetica è stata già diciamo omologata, ogni ditta ha presentato i campioni ed è stata omologata già.

        Dovrà ricercare un operatore, nella nostra zona ce ne sono quattro o cinque, che realizzerà l’opera, perché non può realizzarla una semplice ditta una OS6 iscritta solamente alla SOA, deve essere anche accreditato presso la LND.

CONSIGLIERE ORRICO ANDREA

   Okay, grazie.

 VICEPRESIDENTE

        Grazie. Consigliere Puglisi.

        Altri interventi. (Dall’aula si interviene fuori campo voce) Scusi, Orrico.

        Mettiamo in votazione. Favorevoli? Tutti.

        Immediata eseguibilità. Tutti favorevoli. Okay.

        Possiamo dire all’Architetto Parolini che lo ringraziamo e può andare.

 COMUNE DI ARCORE

PUNTO N. 3 O.d.G. – CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2019

COMUNICAZIONE PRELIEVO DAL FONDO DI RISERVA

VICEPRESIDENTE

        Passiamo al punto 3 dell’O.d.G., Comunicazione prelievo dal fondo di riserva.

La parola all’Assessore Del Campo.

 ASSESSORE DEL CAMPO VALENTINA

  Buonasera a tutti.

        Questa comunicazione del fondo di riserva che è stato deliberato dalla Giunta Comunale in data 21 dicembre per un’integrazione del capitolo “Arredi Villa Borromeo” per 4.000 Euro.

COMUNE DI ARCORE

PUNTO N. 4 O.d.G. – CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2019

APPROVAZIONE PIANO DELLE ALIENAZIONI – TRIENNIO 2019-2021

VICEPRESIDENTE

        Punto 4, Approvazione del Piano delle alienazioni, triennio 2019/2021.

        Sempre la parola all’Assessore Mollica Bisci, grazie.

ASSESSORE MOLLICA BISCI ROBERTO

 L’approvazione del Piano delle alienazioni questa volta la presento io perché, a differenza delle altre volte che veniva presentato dall’Assessore Perego, questa volta si tratta di un tema urbanistico. Sono arrivate delle istanze da parte di due cooperative, una in Via Grandi e una in Via Mantegna per il riscatto del diritto di superficie. Sono le ultime due cooperative che sono rimaste, devono riscattare il diritto di superficie.

        Sono arrivate nel corso dell’anno scorso, a dire la verità hanno iniziato anche già nel 2017 a presentare le varie richieste. Abbiamo approfittato … Bilancio 2019 di portare l’approvazione del Piano dove viene inserito appunto l’importo di 140.000,00 Euro, importo in sede di preventivo, derivante dalle perizie che avevano già redatto l’anno scorso con l’incarico, che comprendevano anche una terza cooperativa …

        Con queste ultime due cooperative si chiude quello che è il piano di edilizia economica popolare ed i relativi riscatti. Si ipotizza che quest’anno 140.000 Euro sia l’importo che possa entrare in bilancio.

VICEPRESIDENTE

        Grazie Assessore.

        Sono aperti gli interventi. Nessun intervento? Mettiamo a votazione.

        Favorevoli? 10. Astenuti? Orrico Zucchi

        Immediata eseguibilità, favorevoli? Astenuti? Orrico.

COMUNE DI ARCORE

PUNTO N. 5 O.d.G. – CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2019

VARIAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO 2019-2021

VICEPRESIDENTE

  Passiamo al punto 5, Variazione al Bilancio di Previsione finanziario 2019/2021.

        La parola all’Assessore Del Campo.

 ASSESSORE DEL CAMPO VALENTINA

        Con questa variazione andiamo a modificare le entrate del Bilancio di Previsione che era stato approvato il 29 dicembre, perché sono sopravvenute delle modificazioni di entrate che non erano state previste in precedenza, perché … nuovi importi, nuovi …

        Sono un aumento del fondo solidarietà, perché ricordo che era stato previsto da noi, avendo ricevuto dal Ministero importi definitivi aumentano di 19.700 Euro.

        Dopo di che c’è un incremento del contributo CONAI, che è relativo al 2018, però lo riceveremo nell’anno 2019, di conseguenza l’abbiamo inserito come competenza del 2019. Questo contributo di 60.000 Euro viene stanziato per incrementare il servizio di smaltimento rifiuti.

        Poi penso che abbiate saputo tutti del contributo investimenti del Ministero dell’Interno, che è stato stanziato a favore dei Comuni, per quanto riguarda la nostra fascia di popolazione, che è compresa tra 10.000 e 20.000 abitanti, il contributo che spetta al nostro Comune è di 100.000 Euro. Questi 100.000 Euro sono stati stanziati per incrementare gli interventi sulle strade per l’anno 2019.

        La cifra che appunto riceveremo dal Ministero verrà utilizzata per questo scopo. Ricordo che per questo stanziamento i lavori dovranno iniziare entro il 15 maggio del 2019. È per quello che abbiamo deciso di utilizzarlo per questo tipo di interventi, per poter ottemperare a questa scadenza.

        Poi eventualmente non so se l’Assessore Perego vorrà dire quali strade verranno …

        Poi per quanto riguarda invece l’altra entrata, sono quei 140.000 Euro che appunto prima l’Assessore Mollica Bisci ha illustrato per quanto riguarda una trasformazione dei diritti di superficie in diritto di proprietà, per cui abbiamo un’entrata di 140.000 Euro che per il momento abbiamo accantonato in attesa per decidere per che cosa verranno utilizzati.

        Per quanto riguarda invece la parte delle uscite, come dicevo, i 60.000 sono stati portati ad incremento del servizio smaltimento rifiuti e 100.000 sulle strade, 140.000,00 accantonati.

        Le altre cifre invece sono spostamenti tra un capitolo e l’altro.

        Quindi andiamo a modificare anche l’anno 2020 e il 2021, sempre per spostamenti tra capitoli, perché sono entrate per 97.000 Euro per l’anno 2020 e 89.000 Euro per l’anno 2021, che vengono stornati da alcuni capitoli e sono stati inseriti invece per finanziare altri.

        Sono sostanzialmente dei capitoli che erano stati considerati come contributo, poi invece sono stati girati o come trasferimenti o come altro capitoli creato appositamente.

        Diciamo che sostanzialmente i valori del Bilancio 2020/21 non cambiano, mentre per quanto riguarda il 2019 ci sono le modifiche per quanto riguarda queste entrate che abbiamo stanziato in più.

VICEPRESIDENTE

        Grazie Assessore Del Campo.

        Vuole intervenire il Consigliere Carlo Zucchi. Ha facoltà. Prego.

CONSIGLIERE ZUCCHI CARLO

Buonasera a tutti.

 L’Assessore al Bilancio ha spiegato che 100.000 Euro di finanziamento statale sono stati erogati ai Comuni
Ho letto sulla stampa che si volevano utilizzare per riqualificare l’illuminazione della stazione.

Adesso l’Assessore al Bilancio spiega che verranno utilizzati per la manutenzione delle strade, volevo capire se effettivamente verranno utilizzati per l’illuminazione della stazione.

La seconda domanda che volevo fare, che ho già fatto in Commissione, se l’amministrazione ha un’idea per i 140.000 Euro che arriveranno dai riscatti dei terreni delle cooperative,
se sarà possibile utilizzare questi soldi in qualche spesa per investimento … C’è qualche possibilità alternativa alla manutenzione necessaria delle strade Grazie.

ASSESSORE DEL CAMPO VALENTINA

 Comincio a rispondere io per quanto riguarda i 140.000 Euro. Nel senso che sicuramente devono essere utilizzati per investimenti, non possono essere utilizzati per la spesa corrente.

Stiamo verificando se ci sono dei vincoli molto rigorosi per l’utilizzo di questo introito, perché appunto sembra che ci siano dei vincoli per l’utilizzo delle aree PEEP, quindi le aree di edilizia popolare pubblica; però stiamo verificando.

In ogni caso sicuramente per investimenti, non possono essere utilizzati per altri tipi di interventi.

Per quanto riguarda invece i 100.000 Euro, allora, la riqualificazione dell’impianto di illuminazione è per un importo più alto, è previsto in 150.000 Euro se non ricordo male. Magari l’Assessore Perego dà maggiori dettagli.

ASSESSORE PEREGO FAUSTO

Buonasera.

        Avendo approvato il Bilancio … il 19, … Questo stanziamento ulteriore di 100.000 Euro che dovremmo … per fasce di … fino a 20.000 … A noi spettano questi 100.000 Euro. Questo … nella Legge Finanziaria, Legge di Stabilità che il Governo ha fatto … probabilmente, a cavallo, prima di Natale o dopo Natale, non si era a conoscenza diretta quando noi abbiamo approvato il bilancio. Ci ha un po’ colti di sorpresa. Poi leggendo il dispositivo del Decreto Legge, dell’attuazione di questa norma, è … valutazioni che si possono fare, però sicuramente un contributo per i Comuni, anche come il nostro, insomma servono i soldi… Non son tanti però…

        Nel leggere il dispositivo questi soldi dovranno essere usati per finanziamenti … opere pubbliche … strade … Però di opere che non erano nel Piano triennale, noi non potevamo finanziare un’opera che era già prevista nel Piano triennale. Abbiamo dovuto cercare un’opera diversa.

        Le uniche due situazioni che avevamo in essere erano questa cosa, il progetto dell’illuminazione del parcheggio della stazione, sapete le vicissitudini del nostro parcheggio, abbiamo 580 posti. Quando dico parcheggio sono i due parcheggi diciamo proprio attaccati alla stazione, quello già a pagamento, quello di fianco, quello vicino al passaggio a livello … Sono attesi … fanno un servizio, oltre ai cittadini…

        Ricordo sempre che le discussioni … interscambio tra … pendolari … servizio che altri Comuni … compresa Monza, ma la stessa Milano …

        … quel parcheggio 580 posti, noi abbiamo fatto un censimento delle auto che lì insistono, sono 90 arcoresi e 500 non arcoresi. Questo a prescindere dal fatto che… Questo determina anche dei problemi in Arcore, 500 macchine che vanno in giro per Arcore.

        Quel parcheggio soffre anche … un po’ precario … le manutenzioni vanno fatte. Questo discorso anche in termini di sicurezza, il parcheggio non è illuminato, anche se …

        Pensavamo di inserire l’illuminazione del parcheggio nel project che, la società che ha in gestione i parcheggi deve fare e ha già progettato. Nel corso di definizione della questione, per accelerare questa procedura l’abbiamo tolto dal project e abbiamo pensato di fare un progetto a parte, che però non era finanziato nel Bilancio. Se avete visto noi abbiamo fatto una determina di incarico, quindi il progetto era già fatto, a dicembre abbiamo dato l’incarico di progettazione, c’è il progetto. Il progetto costa 105.000 Euro, senza Iva, senza oneri di progettazione, senza opere di cantierizzazione che non sono necessarie perché quando è stato fatto il parcheggio la predisposizione dei plinti per i pali della luce e la connessione dei cavi sotto è già stata fatta, quindi serve solo un’assistenza di cantiere. Il tutto arriva sui 130/140.000 Euro.

        Noi quei 100.000… la procedura prevede che 100.000 Euro vanno spesi, l’inizio lavori deve essere fatto entro il 15 maggio … perdiamo i soldi. 15 maggio vuol dire che dobbiamo correre, avevamo già il progetto, finanziata quell’opera lì avremmo dovuto fare la variazione, avremmo dovuto aspettare l’applicazione dell’avanzo, che è a fine aprile, non avremmo fatto in tempo a… Abbiamo escluso quell’opera lì.

        Faremo sicuramente, perché il progetto è fatto, la finanzieremo con gli avanzi. Anche qui la novità della sentenza della Corte Costituzionale che permette finalmente, c’è voluto … anche ai Governi di centrosinistra che hanno governato l’Italia e su questa questione non avevano mai fatto… I Governi nostri hanno dato delle possibilità di spesa e di manovra sul Patto di Stabilità … sulle scuole e l’abbiamo usato, però altre cose no. … normativa lì.

        Da questo punto di vista noi abbiamo potuto fare questa cosa qui. Quella sentenza … noi potremmo … a fine aprile …

        100.000 Euro … anche qui dovevamo avere un’opera che aveva già un progetto. Quando fu fatta la convenzione … Aldi, McDonald’s, che è già conclusa, c’erano delle opere di urbanizzazione che Aldi si impegnata a fare e che ha fatto, che però hanno sostanzialmente economicamente, erano previste, la riqualificazione di Via Roma per Via Casati, con le isole di attraversamento … dietro la chiesa. Opere già concluse. Quelle due … 166.000 Euro che Aldi metteva per quelle robe li  Restava fuori un’opera di cui c’era il progetto, che useremo … illustrazione, che useremo … rimasta fuori, c’è il progetto, che non è nel Piano delle opere pubbliche, era la ciclabile tra Via Calabria e Via … La ciclabile arriva dai Carabinieri di fatto protetta, si arriva all’incrocio con Via San Gregorio, va sulla strada, va su Via Teruzzi e collega tutto il quartiere. Lì è prevista … messa in sicurezza di tutta la … Sostanzialmente in questo modo mettiamo tutto il quartiere, diciamo Via Teruzzi, Via Toscana, Via Calabria con le scuole … di tutto quel quartiere … scuole pubbliche …

        Quel quartiere, con questa connessione, con il fatto che adesso stiamo facendo un lavoro … in Via Lombardia, partirà la realizzazione di Via Toscana con i dossi rallenta traffico, verrà fatta la … Via Lombardia … Praticamente quel quartiere con quest’opera qui viene sostanzialmente tutto riqualificato.

        Sembra un’opera già pronta, il progetto è lì, … Euro di …

VICEPRESIDENTE

Grazie Assessore Perego.

Non ci sono, Intervento, prego. Consigliere Zucchi.

CONSIGLIERE ZUCCHI CARLO

Si, per capire con quei 100.000 Euro verrà fatta la riqualificazione della l’illuminazione della stazione?

Volevo capire esattamente come sarà, come si svilupperà la procedura dell’intervento, il costo.

VICEPRESIDENTE

Diamo la parola al Sindaco per la risposta. Grazie.

SINDACO

Abbiamo scorporato l’illuminazione del parcheggio della stazione dal project financing, proprio perché abbiamo fatto un ragionamento di sicurezza, per cui scorporandolo abbiamo in una prima parte deciso di finanziarlo noi, mettendo a Bilancio la risorsa.

        In quel momento si è accavallata la comunicazione tra la nostra variazione di Bilancio, predisposizione, con la comunicazione dei 100.000 Euro.

        Terzo elemento, così divento chiara. Faccio una premessa, il progetto costa 150.000 Euro più Iva. (Dall’aula si interviene fuori campo voce) 150 con Iva. Per cui abbiamo ragionato con tre elementi, i 100 non potevamo utilizzarli perché rischiavamo di perderli non avendo i tempi. I 140 sui quali avevamo ragionato, del diritto di superficie, erano vincolati e non potevamo usarli. Allora abbiamo ragionato in tempi certi utilizzando l’avanzo di Bilancio.

        Il progetto c’è, la procedura è semplificata perché lo facciamo noi, facciamo direttamente noi con le nostre risorse e con la nostra progettazione. Ad aprile porteremo il Consuntivo, la variazione di Bilancio, il Piano, il progetto ed immediatamente dopo l’ufficio bandirà la gara sul progetto.

        Io penso che a luglio, se ha consegnato, possono farlo, questo è il tema.

        Ci ha un po’ spiazzato l’intreccio di queste comunicazioni ed anche forse una valutazione iniziale un pochino più bassa che avevamo dato del costo del progetto. C’è stato chiaro dopo che un angolo del parcheggio era completamente senza plinti, per cui inizialmente c’erano già tutti, abbiamo detto è veloce e costa meno. Invece no, ad un’analisi sul parcheggio abbiamo detto no, dobbiamo implementare i pali rispetto … anche perché è molto grande il parcheggio.

Spero che sia chiaro.

Penso che Consuntivo, variazione, progetto, basta, poi …

VICEPRESIDENTE

Grazie Sig. Sindaco.

Non ci sono altri interventi? Possiamo passare alla votazione.

Favorevoli? 10 favorevoli. Astenuti? Orrico …

Votiamo l’immediata eseguibilità. 10. Astenuti? Orrico.

COMUNE DI ARCORE

PUNTO N. 6 O.d.G. – CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2019

CONFERMA TARIFFE PER LA TASSA RIFIUTI (TARI) – ANNO 2019

VICEPRESIDENTE

        Passiamo al punto 6, Conferma delle tariffe per la tassa rifiuti TARI – anno 2019.

        La parola all’Assessore Del Campo.

 ASSESSORE DEL CAMPO VALENTINA

        Questa delibera in pratica era stata già preannunciata in sede di approvazione di Bilancio … dicembre, quando abbiamo approvato le tariffe della TARI, in quanto essendo ancora in corso di votazione la Legge Finanziaria nazionale, che determinava appunto la possibilità di adottare dei coefficienti tariffari che permettono di modificare la tariffa base stabilita dal Ministero. Cosa che noi abbiamo sempre fatto negli anni precedenti.

        Avendo poi la Legge di Bilancio adottato ancora la possibilità di utilizzare questi coefficienti per poter adeguare le tariffe per le utenze non domestiche, in modo da poterci allineare a quelli degli anni precedenti, avevamo già predisposto le due tabelle. Dicendo che nel caso in cui fosse stata riconfermata appunto questa possibilità sarebbe stata adottata la prima tabella.

        Per maggiore chiarezza facciamo una delibera ad hoc in cui riportiamo le tariffe già in pratica deliberate.

        Questo in pratica ci permette di mantenere le tariffe delle utenze domestiche sugli stessi livelli, senza avere scostamenti tra una categoria e l’altra, degli anni precedenti.

VICEPRESIDENTE

        Grazie Assessore Del Campo.

        Non vedo nessun intervento, quindi possiamo passare alla votazione.

        Favorevoli? 10. Astenuti? Orrico.

        Votiamo l’immediata eseguibilità. Favorevoli 10. Astenuti? Orrico.

COMUNE DI ARCORE

PUNTO N. 7 O.d.G. – CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2019

PROROGA VALIDITA’ DOCUMENTO DI PIANO DEL PGT AI SENSI DELL’ART. 5 COMMA 5 DELLA L.R. 31 DEL 28.12.14 COME MODIFICATO DALL’ART. 26 DELLA L.R. 17 DEL 04.12.2018

VICEPRESIDENTE

        Passiamo al punto 7, Proroga validità Documento di Piano del PGT ai sensi dell’art. 5, comma 5, della L.R. n. 31 del 28.12.2014, come modificato dall’art. 26 della L.R. 17 del 4.12.2018.

        Diamo la parola all’Assessore Mollica Bisci.

ASSESSORE MOLLICA BISCI ROBERTO

        Grazie Presidente.

        Stasera portiamo la proroga del Documento di Piano del PGT, che è l’unico documento che scade, la durata è quinquennale, il PGT è stato approvato il 27 maggio 2013 …

        Il Documento di Piano è quel documento che prevede, che norma gli ambiti di trasformazione. Gli ambiti di trasformazione in Arcore sono tre, il primo è quello relativo all’area dell’ex Cinema Apollo. Il secondo è a La Ca’, ambito di trasformazione residenziale, un’area … di completamento dietro il campo sportivo e vicino alla Via Mazzini, collega Via Mazzini, via D’Immè.

        Mentre l’ambito tre è quello con una previsione invece industriale, che sono ampliamenti di vari lotti, capannoni industriali, in tutta Via Buonarroti.

        Il documento, noi non eravamo obbligati a portare in Consiglio Comunale la proroga del Documento di Piano, perché le previsioni previste nel nostro documento … istanze erano già state tutte presentate e comunque … ATR che prevedevano il cambio di destinazione d’uso già normato nel PGT da area non urbanizzata ad area edificabile … Non c’era la necessità di dover per forza portare la proroga…

        Tra l’altro si è aperta una finestra nella nostra Regione per la proroga del Documento di Piano, perché Regione Lombardia ha approvato il 28 novembre il … Il 19 dicembre 2018 ha approvato una variante di integrazione al Piano Territoriale Regionale. La variante che è prevista… Nello spazio che intercorre tra la delibera del Consiglio Regionale e … possibilità ai Comuni che dovevano prorogare questo … già scaduto, oppure erano in corso varianti di PGT, di poterlo fare.

        La nostra più che altro è una volontà di voler confermare le programmazioni previste nel nostro PGT e nel Documento di Piano, anche se dal punto di vista tecnico non c’era l’urgenza. Abbiamo voluto rimarcare la volontà amministrativa di programmazione territoriale, per arrivare al giorno in cui … variante di PGT e la porteremo all’attenzione del Consiglio Comunale. … attualmente non è mai stata discussa, è intenzione sicuramente dell’Amministrazione mettere mano al PGT, con una variante. Spero vivamente che venga approvata entro la fine del mandato, ma non tanto per fare chissà quali stravolgimenti. Ho verificato, sia io che … vari tecnici … le varie istanze che sono state presentate, gli stessi tecnici che presentano i vari piani attuativi, le varie istanze all’ufficio del territorio, abbiamo tutti verificato come certe volte alcuni strumenti, quando dopo devono essere attuati, possono essere sicuramente migliorati…

        Sicuramente quella dovrebbe essere, anzi spero veramente che sia un’occasione per migliorare uno strumento che … dal punto di vista territoriale Arcore ormai un grande obiettivo, due grandi obiettivi, quello della … e quello della riconversione di eventuali altre aree, la riqualificazione di aree già esistenti e dismesse.

        Perché ormai le aree, con il consumo di suolo ormai siamo al limite, tutto quello che non è stato consumato praticamente è vincolato a parco, quindi … area agricola strategica, c’è poco da voler urbanizzare, questo è sicuramente un bene.  Però nell’attuazione delle norme tecniche previste sia nel … Piano delle Regole, abbiamo visto che … magari sono rimaste troppo … sicuramente è necessario approfondirle e renderle … i professionisti varie volte ci hanno fatto presente che … oppure soggette spesso e volentieri ad interpretazioni.

        … soggetta ad interpretazione … norme tecniche in una materia così delicata non è assolutamente un bene, perché dopo si incorre, si potrebbe incorrere anche in… Grazie.

VICEPRESIDENTE

        Grazie Assessore.

        Ha chiesto di intervenire il Consigliere Zucchi, prego.

CONSIGLIERE ZUCCHI CARLO

        Intanto per congratularmi per la sua nuova delega al PGT .

        Scopro adesso, stasera, che c’è intenzione di fare una variante del PGT.

 Ecco, io consiglierei all’Assessore di organizzare, una Commissione urbanistica sull’argomento del PGT, con i Consiglieri, i Commissari della Commissione, per capire . quali sono le intenzioni dell’Amministrazione Grazie.

 VICEPRESIDENTE

        Grazie Consigliere Zucchi.

        Non c’è più nessun intervento, possiamo passare alla votazione.

        Favorevoli? 10 favorevoli. Astenuti? … va bene.

        Votiamo anche l’immediata eseguibilità, favorevoli? 10. Astenuti? …

COMUNE DI ARCORE

PUNTO N. 9 O.d.G. – CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2019

INTERROGAZIONI, INTERPELLANZE

VICEPRESIDENTE

        A questo punto dovevamo avere due interrogazioni, una del Consigliere Perego che purtroppo è assente e verrà posticipata al prossimo Consiglio Comunale.

        Abbiamo l’interrogazione del Consigliere Orrico, del protocollo 26612, oggetto “Controlli finalizzati alla prevenzione dei roghi di rifiuti in Lombardia”.

        Risponde l’Assessore Mollica Bisci, grazie.

        No, scusa, deve illustrare l’interrogazione.

CONSIGLIERE ORRICO ANDREA

        Grazie Presidente.

        Parto subito con la lettura dell’interrogazione. L’interrogazione è un po’ datata, perché risale a Consigli Comunali che ci sono stati.

        “Premesso che domenica 14 ottobre 2018 è divampato un incendio all’interno di un capannone di via Chiasserini, alla Bovisasca (Quartiere della zona nord di Milano) le fiamme hanno interessato un’area molto vasta di circa 16.000 metri cubi di materiale stoccato nei capannoni sono stati carbonizzati.

        L’incendio ha provocato dense colonne di fumo nero e cattivi odori che hanno raggiunto anche il centro della città di Milano.  I tecnici di ARPA hanno constatato che i focolai sono stati completamente spenti solo la mattina di venerdì 19 ottobre 2018.

        Nella giornata di giovedì 11 ottobre 2018 il capannone incendiato era stato sottoposto a controlli da parte dei tecnici dell’ex Provincia e da due agenti della Polizia Locale. I tecnici ARPA hanno constatato che i focolari sono stati completamente spenti solo la mattina di venerdì 19 ottobre 2018.

        Premesso inoltre che in tutta la Lombardia il fenomeno degli incendi ai magazzini di stoccaggio dei rifiuti sta assumendo proporzioni preoccupanti, e dall’inizio dell’annosi contano dieci gravi episodi, è necessario tenere alta l’attenzione delle istituzioni.

        L’ultimo recentissimo episodio si è verificato alla periferia di Cremona il 25 ottobre, dove è divampato un incendio presso il settore plastiche della piastra ecologica di San Rocco.

        Valutato che in Provincia di Pavia ai fini di contrastare tale fenomeno, ha operato il Nucleo ambientale costituito presso la prefettura di Pavia che, anche mediante i cosidetti “controlli speditivi”, ha svolto numerose visite ispettive presso i siti autorizzati allo stoccaggio di rifiuti rilevando numerose irregolarità sanzionatorie e segnalate in Procura.

        Il progetto “controlli speditivi” è stato costituito da un gruppo di lavoro opportunemente formato e coordinato dalla Prefettura, composto da personale dagli enti preposti per il controllo e il monitoraggio del territorio.

        Constatato che il Consiglio Regionale Lombardo ha approvato il 23 ottobre 2018 le mozioni n. 85 e n. 86 concernenti l’incendio del capannone I.P.B. srl in via Chiasserini a Quarto Oggiaro (MI) e l’emergenza rifiuti e la prevenzione dei roghi in Lombardia impegnando – tra l’altro – la Giunta regionale ad attivarsi tempestivamente al fine di promuovere sull’intero territorio lombardo misure che permettano un miglior coordinamento dei dipendenti enti preposti per il controllo e la tutela del territorio in materia di rifiuti e relativo trattamento.

        Considerato che Al fine di poter effettuare un appropriato controllo sul territorio sui depositi e impianti di rifiuti i Comuni devono fornire il loro contributo. Sono infatti i Comuni gli enti che possono effettuare un controllo capillare sul territorio di loro competenza avvalendosi della Polizia Locale e delle Guardie Ecologiche Volontarie, fornendo poi i dati sul controllo alla Regione. Di fondamentale importanza sono sia i controlli sugli impianti autorizzati che sui depositi abusivi.

        È auspicabile inoltre una collaborazione tra la Polizia Municipale e la Polizia Provinciale, al fine di un rafforzamento dei controlli sul territorio.

        Il Consiglio Comunale interroga la Giunta su quali siano ad oggi le azioni intraprese di monitoraggio e controllo del territorio finalizzati alla prevenzione degli incendi di rifiuti che si possono verificare presso gli impianti autorizzati e finalizzato a contrastare i depositi abusivi di rifiuti.

        Se si sta provvedendo ad inviare periodicamente i risultati di tali controlli da Regione Lombardia, ARPA ed ATS.”

        Grazie.

VICEPRESIDENTE

        Grazie Consigliere.

        La risposta all’Assessore Mollica Bisci.

ASSESSORE MOLLICA BISCI ROBERTO

        Grazie Presidente.

        Nel Comune di Arcore non ci sono impianti per stoccaggio di rifiuti … raccolta differenziata … utenze domestiche e non domestiche. … mobili proprio per la prevenzione …

        Grazie.

VICEPRESIDENTE

        Grazie Assessore.

        Soddisfatto della risposta? Prego.

CONSIGLIERE ORRICO ANDREA

        Grazie.

        Non sono, Perché io vi ricordo, forse magari, che si era aperta un’azienda che si occupava di stoccaggio e trasferimento di rifiuti nella zona della via del passaggio a livello. Se non ricordo. Quindi la nostra interrogazione era anche rivolta a quell’azienda.

        Grazie …

VICEPRESIDENTE

        Prego Assessore.

ASSESSORE MOLLICA BISCI ROBERTO

        Sì, l’azienda, è un’azienda che tratta scarti di lavorazioni di … Quelle aziende sono controllate direttamente dalla Polizia Provinciale. La Provincia direttamente autorizza la presenza di aziende di questo tipo, che devono avere determinate caratteristiche e sono soggette a controlli da parte della Polizia Provinciale.

VICEPRESIDENTE

        Consigliere? Non è soddisfatto? Vuole di nuovo intervenire? Prego. (Dall’aula si interviene fuori campo voce) Va bene.

        A questo punto si termina il Consiglio Comunale, alle ore 22 e 12.

        Grazie a tutti e buonasera.

Leave a Reply